martedì 13 ottobre 2009

Satira libera su Mediaset: perchè proprio ora?

Parlare sempre di congiure, di coincidenze e di trame nascoste può portare facilmente alla pazzia , ma non è questa l'occasione.
L'altra sera sull'ammiraglia di Mediaset, Canale 5, il cantante comico Checco Zalone ha chiuso la sua esibizione con una versione molto spinta de 'La Canzone di Marinella', pezzo rivisitato e satirico sulle vicende "estive" tra il premier (padrone di Mediaset) Silvio Berlusconi, della escort D'Addario e di Gianluca Tarantini.
Bisognava dimostrare che in Italia c'è la piena di libertà di satira e di stampa? Ecco fatto.
Una supposizione riscontrata grazie al settimanale di famiglia (Berlusconi) 'Panorama', che cogliendo la palla al balzo, pubblicato un pezzo a riguardo intitolato casualmente "Checco Zalone e la satira 'in casa'. E c’è ancora chi dice che non c’è libertà di stampa?”.

Una satira chiaramente apprezzabile, ma che arriva a distanza di mesi dagli scandali e casualmente dopo l'apparizione in TV ad Annozero delle escort barese.
Una puntata record del programma di Santoro che sembra aver spinto ad un cambio mediatico della politica da attuare in questa situazione. Ora che tutti sanno che si fa? Ridi che ti passa? Prendiamola con ironia? Ridendo le verità si accettano meglio? Mah!

Un altra coincidenza è che questa esibizione di “satira libera” arrivi anche dopo il sempre più montante vociare di nuovi incubi mafiosi per il Cavaliere e il terrore di nuove indagini e di nuove collusioni. Vociare incentivato sempre dalla trasmissione del giovedì sera di RAI 2, Annozero, che ha riportato in TV il caldo tema dei legami siciliani del presidente del Consiglio.

Si potrebbe pensare che questo improvviso permesso di “satira libera” sia come una copertura. Una cortina fumogena usata proprio ora che potrebbero emergere temi molto più pesanti e che messi a confronto con la questione “escort”, la renderebbero quasi insignificante e quindi anche "mediatica".
Si potrebbe pensare anche che questo sia tutto frutto della mia fantasia e delle mie paranoie. Chissà!

Uno cosa però è certa ed è che Checco Zalone non c'entra niente. La mia teoria lo vede solo come mero "utilizzato finale", tanto per restare in tema.
Risvegliati Italia!


Ecco il video della canzone:

4 commenti:

@enio ha detto...

sono talmente tanti i tuoi post che non riesco più a starci dietro!

Unknown ha detto...

E' proprio quello che mi chiedevo, in un mio post di tempo fa... che cosa stanno nascondendo?

Danx ha detto...

Vero, ora che si parla di mafia, è meglio parlare delle puttane, ovviamente soltanto dopo mesi lo scoppiare del caso.
I comici di merdaset servono solo a far rendere simpatico a tutti il premier.
STOP!

luly ha detto...

Ed in questo modo, probabilmente, continua a guadagnare voti.
Mannaggia!