venerdì 9 ottobre 2009

Barack Obama premio nobel per la Pace. Ma lo meritava davvero?


Il presidente americano Barack Obama ha vinto il premio Nobel per la Pace per i suoi «sforzi straordinari nel rafforzare la diplomazia internazionale e la cooperazione tra i popoli».

Inizialmente Obama mi piaceva, ammiravo moltissimo le sue idee e il suo carattere. Ha fatto sicuramente delle cose importantissime, come il miglioramento al sistema sanitario e l'abolizione data dal pericolo dello scudo spaziale, pericoloso per noi europei. Poi, però, mi sono ricreduto sul suo conto. Potete anche essere non d'accordo con me ma, secondo il mio parere, non si può assegnare il nobel per la Pace ad una persona che sta per mandare altri 40000 soldati in Afghanistan. E inoltre Obama ha recentemente dichiarato una guerra ai pirati somali, insieme ad altri 120 Paesi e sotto l'autorizzazione dell'Onu, ma in realtà il grosso delle unità sono della NATO. Che Obama sia un guerrafondaio non è proprio azzardato da dire.

Non credo lo meritasse davvero questo nobel, in fondo è a capo di una nazione che esporta la democrazia con le armi e per aumentare i propri interessi.

8 commenti:

Aride ha detto...

Condivido pienamente Andrea.
E' evidente come questo nobel sia un chiaro messaggio al mondo, un nobel al primo presidente nero degli stati uniti.... bla bla bla....
E' altrettanto evidente che Obama è a capo della coalizione di stati più guerrafondaia del mondo.
Io mi sono battuto per chi le vittime cerca di salvarle, sempre e comunqe, non per chi le vittime le crea. Io mi sono battuto per GINO STRADA.

@enio ha detto...

assolutamente NO, ma tant'è che oggigiorno lo danno a cani e porci... comunque e sempre meglio lui che silvio, almeno a lui può essere di stimolo a riportare a casa un pò di ragazzi americani in futuro.

Anonimo ha detto...

a me piace molto barak, ma questa cosa di mandare 40000 uomini in afganistan non la ritengo giusta.

Ettore Gallo ha detto...

no, è un premio immaturo e infondato!

Anonimo ha detto...

Non sono per niente d'accordo con chi mi ha preceduto. La pace purtroppo in certe condizioni la si deve conquistare anche con la guerra. In Afganistan si annidano purtroppo quelli che la pace non la vogliano e hanno fatto della guerra la loro ragione di vita. Le aperture iniziali di Obama sono state sdegnosamente respinte: cosa rimane da fare?

Alessandro Cavalotti ha detto...

Io credo che il Nobel ad Obama sia il riconoscimento per il nuovo corso che gli Stati Uniti hanno intrapreso grazie a lui, non tanto per le azioni e i risultati ottenuti. E' innegabile che Obama abbia portato una ventata di speranza e di fiducia in un mondo migliore. Anch'io penso che sia un errore continuare a mandare soldati in Afghanistan, ma credo che per Obama questo premio non sia nient'altro che uno stimolo, per provare ad attuare una politica più lungimirante dell'azione militare.

Ali Moda ha detto...

preferivo gino strada...o Medici senza frontiere

Andrea De Luca ha detto...

Ripeto, il nobel secondo me non andava assegnato ad Obama per il semplice fatto che è a capo di una nazione che esporta la democrazia con le armi, ma con questo non voglio sminuire Obama