domenica 21 marzo 2010

La Lega distribuisce sapone anti-immigrati

Succede ad Arezzo. I militanti della Lega Nord "distribuiscono nei mercati delle bustine contenenti sapone liquido con l’avvertenza di usarlo dopo aver toccato un immigrato".

Null'altro da aggiungere. Se non l'auspicio che nelle patrie galere vi sia del posto libero.

5 commenti:

GM C ha detto...

:( davvero distribuiscono queste bustine?
i commenti sono superflui, questo fatto dice molte più cose da sè senza bisogno di aggiungere altro

ANNA ha detto...

Infatti si commenta da solo, peccato non ci si possa lavare anche il cervello, ne avrebbero proprio bisogno! E pensare che hanno adottato il colore verde, simbolo di speranza..... paradossale!

Damiano ha detto...

Alla Sinistra non rimangono che giochetti e calunnie politiche per fermare l'avanzata della Lega Nord in Toscana!

Un esponente della Federazione della Sinistra ha accusato la Lega Nord di aver distribuito nei mercati della zona di Arezzo delle bustine contenenti sapone liquido con l’avvertenza di usarle dopo aver toccato un immigrato. Questa calunnia è bastata per mettere su la macchina della propaganda di sinistra che ha montato ad arte il caso sulla stampa e sul web ed ha messo in moto la rabbia istintiva, spesso carica d'odio, del popolo viola. Una polemica fatta apposta per ingannare la gente, sulla quale si sono buttati gli sciacalli della politica. E’ lo stile della propaganda comunista, che continua a distinguersi per odio e menzogna. In realtà:

1.la bustina di sapone "incriminato" riporta solo il simbolo della Lega e l'invito al voto. E' un gadget elettorale che vuole significare che la Lega Nord Toscana ha le mani pulite.

2. Il manifesto con gli immigrati, che si intravede accostato alla bustina nella foto allegata alla notizia/calugna, riguarda la precedenza che gli stranieri ottengono nell'assegnazione del welfare (vanto della politica della Sinistra in Toscana).

NESSUNO SLOGAN O RIFERIMENTO A LAVARSI DOPO AVER TOCCATO UN IMMIGRATO!

Di questa frase resta solo una testimonianza verbale senza prove di un esponente comunista. Una notizia falsa, spacciata per vera, serve a rinsaldare nell'immiginario collettivo degli elettori di sinistra, diffidenza e odio ideologico che permette da decennni a Pd e soci di fare i padroni in Toscana, e disporre a proprio piacere delle risorse dei cittadini. Permette ai politicanti di “vivere di politica”, invece di fare politica e risolvere i problemi delle persone. Permette agli estremisti della sinistra di “deformare per continuare ad esistere”.

Se si prefiggono di fermare l'avanzata della Lega Nord in Toscana con questi mezzucci da scuola politica delle Frattocchie, si sbagliano di grosso! Possono dare solo maggiore carica alla Lega per lavorare per il bene dei toscani.

NoirPink - modello PANDEMONIUM ha detto...

Ha ragione Damiano, tutta propaganda dei comunisti cattivi.. Non si sono mai visti, ad esempio, esponenti leghisti entrare nei treni con il sapone spray per disinfettare i vagoni dai "germi" extracomunitari (spruzzando anche le persone dalla pelle troppo scura), vero? Non si sono mai udite fasi razziste nei comizi leghisti, vero? Non sono mai stati affissi manifesti razzisti con il simbolo della Lega, vero?

Colpa dei comunisti. Non dei leghisti - perché i leghisti non sono solo dei miserabili fascisti che si mascherano da regionalisti, come dimostra questo imperdibile documentario francese (al link i video e la traduzione del brano in italiano).

* * *

Dal documentario:

Borghezio: "Bisogna entrare nelle amministrazioni e nei paesini. Bisogna insistere molto sul lato regionalista del vostro movimento".

Militante nizzardo: "Fingersi regionalisti è più facile per gli italiani che per noi".

Borghezio: "Sì, ma è un buon modo di non essere immediatamente classificati come fascisti nostalgici, ma come un nuovo movimento regionale, cattolico, eccetera... Ma sotto sotto siamo sempre gli stessi".

il cuoco ha detto...

Speriamo che scivolino su una bustina di sapone e si rompano quella testa piena di M... Che si ritrovano