giovedì 14 luglio 2011

I punti principali della manovra finanziaria

TICKET DA SUBITO: Ticket di 10 euro sulle ricette mediche e di 25 euro per gli interventi del pronto soccorso in codice bianco arriveranno dall'entrata in vigore della manovra, quindi già da lunedì.

SCATTA TAGLIO AGEVOLAZIONI: E' il ''rinforzo'' della manovra: sarà tra il 5 e 20 per cento. Attesi 4 miliardi per il 2013 e 20 miliardi di euro annui a decorrere dal 2014. Il taglio non sarà attuato solo se entro settembre 2013 il Governo eserciterà la delega per la riforma fiscale.

INDICIZZAZIONE PENSIONI: Sale dal 45 al 70% l'indice di indicizzazione delle pensioni medie, ammontanti a circa il triplo degli assegni minimi. Confermato la piena indicizzazione per quelle inferiori a quella soglia e l'azzeramento per quelle superiori a cinque volte il minimo.

PENSIONI, AGGANCIO AL 2013: Si anticipa al primo gennaio 2013 l'aggancio delle pensioni all'aspettativa di vita. Dal 2013 dunque l'incremento sara' di 3 mesi.

PENSIONI ANZIANITA': I lavoratori che matureranno i requisiti per la pensione di anzianità nel 2012 dovranno posticipare di un mese il loro collocamento a riposo.

PRELIEVO 5-10% SU PENSIONI D'ORO: Contributo di solidarietà fino al 2014 per le cosiddette pensioni d'oro, cioè superiori ai 90 mila euro annui. Il contributo ammonta al 5% per la parte eccedente i 90.000 euro, e del 10% per la parte eccedente i 150.000 euro.

DA 2013 PRIVATIZZIAMO: Scatta dal 2013 il programma per la dismissione di partecipazioni azionarie dello Stato e di enti pubblici non territoriali. Il governo inoltre formulerà alle categorie interessate proposte di riforma in materia di liberalizzazioni delle attività economiche. Ma se così non fosse, trascorsi 8 mesi dalla data di entrata in vigore della manovra, ''ciò che non sarà espressamente regolamentato sarà libero''

CAMBIA IMPOSTA DOSSIER TITOLI: Cambia l'imposta di bollo sul dossier titoli: sarà di 34,20 euro per i depositi sotto i 50.000. Poi viene dettagliata in modo diverso negli anni successivi.

COMUNI VIRTUOSI, SI CAMBIA: Cambiano i criteri di virtuosità dei comuni per l'applicazione del patto di stabilità interno. Ci sarà la ''convergenza tra spesa storica e costi e fabbisogni standard''. I Comuni dovranno associarsi.

STOCK OPTION: L'aliquota del 10% si applicherà a tutta la parte eccedente la parte fissa della retribuzione.

AMMORTAMENTO A 2%: La quota di ammortamento finanziario deducibile non può essere superiore al 2% del valore dei beni in concessione. Questo norme non si applicano ai concessionari di autostrade e trafori, per quest'ultimi l'intervento cambia e la percentuale di deducibilità delle quote del fondo di ripristino scende dal 5 all'1%.

ACCISE BENZINA: Gli aumenti delle aliquote delle accise disposte il 28 giugno 2011 ''restano confermate a decorrere dal primo gennaio 2012''.

Insomma ancora dei tagli, soprattutto alla famiglia.

5 commenti:

Carolina Venturini ha detto...

perché sempre tagli e perché sempre sulle famiglie?

il cuoco ha detto...

Io sono tranquillo non prenderò mai 90.000 di pensione.. Anzi non prenderò neppure la pensione se va cosi.

Anonimo ha detto...

pippo
Gli evasori fiscali la faranno sempre franca???
Dentisti, oculisti, notai, avvocati, costruttori,ristoratori, bar, fruttivendoli.... maggiori controlli e multe salatissime, per scoraggiare gli evasori incalliti...non 200€. ma 10.000€ + la chiusura dell'attività per 6mesi, molti ci ripenseranno....meditate cari ministri, non pescate sempre nello sesso laghetto..

EURORISPARMIO ONLINE GRATIS ha detto...

Gli italiani alle strette come confrontarsi con Spesa tasse e pensioni in meno? bisogna risparmiare ma quando si può risparmiare? quando chi deve risparmiare non a niente a cui poter risparmiare?.

Anonimo ha detto...

...i tagli alle famiglie ...penalizziamo quelle poi anche con figli tanto che serve mangiare??? ma a Roma i nostri parlamentari mangiano? e i loro figli con la poltrona già pronta per il lavoro ....che il titolo di studio lo comprano! facile per loro che le tasse e i tagli non sanno nemmeno cosa sono!!! ... tagliamo anche a loro un pochino o no??? tutti vivremmo meglio e non solo i politici mangerebbero! Lavoro pesante, difficoltoso o altro? solo scuse ...! Cominciamo a far pagare il dovuto a loro che sono i primi a non pagare le tasse sulle villazze da chilo! che sono proprio loro che portano all'estero i loro soldi! VERGOGNATEVI E FATE MANGIARE TUTTI E NON SOLO VOI CHE FATE LE LEGGI... PAGHIAMO TUTTI E NON SOLO IL POVERO CETO SOCIALE CHE STA NELLA FOGNA PER COLPA VOSTRA!!! GOVERNATE MEGLIO I NOSTRI SOLDI METTENDO ANCHE I VOSTRI PER QUANTO VI SPETTA!... come mai le leggi sono fatte sempre in maniera che i politici non debbano rimetterci un centesimo?? questa la dovete spiegare.... ALTRO CHE RIVOLTA... PEGGIO !