sabato 25 ottobre 2014

La società della dipendenza


Di Salvatore Santoru

Mai come oggi, la società umana è stata caratterizzata dal ricorso alla dipendenza. Ovviamente, da che mondo e mondo l'essere umano è dipendente per natura ma la particolarità odierna è che tale dipendenza ha raggiunto livelli abissali ed è perlopiù artificiale.

Tralasciando il versante patologico di certe dipendenze ( sostanze stupefacenti, gioco d'azzardo e così via ), è abbastanza noto che anche a livello per così dire "normale" non possiamo fare a meno di essere dipendenti: ad esempio dagli smartphone o dai tablet, dai nostri film preferiti così come dai social network e il web in generale.


Tutto ciò risulta paradossale in quanto siamo abituati a credere di vivere in una società fondata sulla maggiore autodeterminazione e indipendenza storicamente possibile.

E invece, anche tralasciando la tecnologia e i media si può ben constatare che siamo sempre fortemente dipendenti da qualcosa, ad esempio dal prestigio sociale e economico, dai giudizi degli altri, dai criteri stabiliti per indicare cosa è "cool" e cosa non va per essere "in", e così via.


Con una piccola riflessione si può ben capire che la tanto decantata libertà al giorno d'oggi è praticamente un'illusione, e ancor di più lo è l'indipendenza, visto che dalla culla alla tomba siamo legati a tutto ciò che è stato descritto sopra, e ci sembra anche assai improbabile una vita senza tutte queste cose.

Essendo le riflessioni del tutto fuori moda in questo momento, in fin dei conti forse è meglio non farsi troppi problemi ora, ma quando sarà trend la consapevolezza di ciò, allora tutti capiranno ciò che c'è da capire, e sicuramente sarà un passo verso una società migliore e maggiormente consapevole e libera.


Fonte: Informazione Consapevole

1 commento:

Rosaria Privitera ha detto...

Dipendenza da tutto .... Molte volte, l'uomo, dipende anche dalle amicizie .... L'uono non dipende solo da se stesso ....